Una tua personale opinione sul mondo dei dj
[ 18/11/2003 ]


Le vostre considerazioni, critiche sul tema...

Una tua personale opinione sul mondo dei dj:

Scrivete a info@djing.it
-----------------------------------------------

se si pensa ai remix dei vari pezzi pop o rock, che vanno più degli originali, direi che adesso il dee jay è un così detto trend, quindi detta molte delle leggi che chi fa musica è obbligato a seguire, se vuole avere largo consenso di pubblico...
Benny C. Trapani

POCHI FORTI, MOLTE STAR PUR NON ESSENDO NESSUNO
Edo G. Bergamo

La gran parte dei dj si monta la testa e mancano di AUTOCRITICA!!!
dj Nardo San Vito al Torre UD
Nonostante, musicalmente, il conservatorismo sia sempre all'erta c'è anche chi vuole guardare avanti (senza dimenticare le radici)! però comincio a stufarmi dell'equazione DJ=ladro di brani altrui, oppure DJ=non-musicista...speriamo che anche il cranio di questi granitici si apra, prima o poi, un po' più a 360°...
Michele S. CR

qui a jesolo stanno sparendo poco a poco i locali, i dj grossi hanno sempre piu biisogno di soldi e conseguenza di suonare , si svendono pur di riempire la settimana... c'è tanta merda in giro!
Maurizio M. Marcon Ve

essere usato come cavia da multare per l'utilizzo di tecnologie messe a disposizione grazie all'evoluzione di questo mestiere, in base all'art.171-ter del codice penale. erroneamente applicato nella normale lettura della norma in questione.
Andrea P. Milano

Fondamentale,siamo avanguardisti,sperimentatori o conservatori a seconda del gusto ma comunque ci definirei i veri anelli di congiunzione tra più generi musicali e nelle formazioni non da discoteca facciamo la differenza:vedi Linkin Park,Subsonica,Gabin per citarne alcuni.
Purtroppo ultimamente si bada più al numero di persone che può garantire un dj al locale più che alla bravura del dj in sè.Non viene data giusta luce nel nostro paese a dj italiani davvero eccezzionali che ci fanno inorgoglire all'estero come Mauro Picotto,Mario Più o altri invece si continua a "pompare" i solidi Coccoluto,Vannelli ecc... ecc...
Antonio G. Bologna

Il dj sono molto fortunati perche' spesso si trovano al centro dell'attenzione in ogni serata , entrano in contatto con un elevato numero di persone di tutti i tipi!
ritengo che i dj siano dei tipi molto espansivi e furbi
Pierpaolo D. Mascalucia CT

il dj negli ultimi anni si e' evoluto notevolmente soprattutto con l'avvento del digitale,anche se bisogna considerare che il mercato discografico ha subito una notevole crisi.cio'nn toglie che un dj possa riuscire ad esprimere la propria creativita'e il proprio intuito anche rimanendo legato ai vecchi tra virgolette giradischi.tuttavia oggi il dj e' quel ruolo un po fondamentale ogni volta che si utilizza il termine musica.by.
Luigi C. Genova


In un mondo in cui il settore musicale è sempre + in evoluzione,ritengo che siano le persone + in grado di modellare e sfruttare sul momento le varie sfumature musicali.Li definisco ''camaleonti'' proprio per ciò e perchè in sostanza un dj è un artista che crea,trasforma e riproduce ciò che in quel momento è di ''moda'' nel settore musicale,con la capacità di poter offrire feedback e suoni ''passati'' ma sempre validi
Andrea L. Cantagrillo


dipende di quale dj stiamo parlando nel caso di uno di questi qualunque housettini non sono dj loro mettono i dischi e fanno tutti i fighetti invece mi parla di dj quando nomini carl cox per esempio lui e un artista ok...?!
IN THE DARK

sicuramente il dj oggi, ha un ruolo di proposta di vecchie e nuove sonorità,che possano attirare le persone a rinnovarsi musiclamente e soprattutto a ballare ed ascolatre musica con gusto e passione.

un mondo pieno di passione e di gusto musicale,ma spesso mosso solo dalla moda, a costo di rinnegare le prorpie inclinazioni musicali.
CRISTIANO L. Rovigo


e' una professione che si matura su molte cose,dalla cultura musicale,capire la gioventu' di oggi e sopratutto allargare la conoscenza con il resto della mela.
Davide G. Pellestrina VE


a causa della masterizzazione,tanti si propongono a poco dato che nn hanno spese scaricando da internet e quindi rovinano la piazza di chi vuole LAVORARE VERAMENTE
Maurizio C Bra Cuneo

MOLTI LO FANNO, MA POCHI LO SANNO FARE BENE. IL BRAVO DJ DEV'ESSERE POLIDEDRICO: AVER BUONA SCELTA MUSCIALE, MA ESSERE PRATICO, UN REGISTA, UN DJ A 360° MA ANCHE SPECIALIZZATO IN UN GENERE PARTICOLARE. OGGI TUTTI I RAGAZZI VOGLIONO FARLO E CON LE NUOVE TECNOLOGIE IMPARANO SUBITO (O MEGLIO FA TUTTO LA CONSOLLE)...
Michele G.Altamura bari

Mi piace molto pensare che il musicista del 2000 sia un dj...credo che molti dvrebbero pensare di piu' alla musica anziche' proporsi come "artisti"!
Giovanni V. Palermo

Io amo questa professione,che più che una professione la definisco una passione,un'amore.Il mondo del disc jokey è un mondo che tanti definiscono azzardato e infangato da droga e da gente non buona,invece io penso che la maggior parte dei dj che praticano questa professione non lo fanno per moda ma per passione ,quindi di conseguenza riescono a far sì che quello che fanno non diventi solo un divertimento,ma realmente una professione derivata dall'amore per la musica,praticandola quindi con la massima serietà disponibilita e amore
Mauro C. Torino

UN D.J IN DISCOTECA DEVE ESSERE PARTE INTEGRANTE DELLA SUA ATTREZZATURA UN PO'COME UN HARDWERE IN CARNE ED OSSA. MENTRE FUORI DOVREBBE SVOLGERE UN LAVORO DI PUBLICHE RELAZIONI,NON INTENDO NELLA PUBLICITA' MA NELLA DISPONIBILITA' NEL COMUNICARE: E AGEVOLARE QUESTO A CHI LO SEGUE, E APPREZZA.
NON DAREI QUINDI UN UNICO RUOLO AL D.J. CHE RIMANGONO COMUNQUE INNANZITUTTO ARTISTI.
nn

troppi markettari che si vendono per pochi spiccioli, sputtanando di fatto chi cerca di vivere con questo lavoro.
Alessandro D. LO

Il segreto è essere umili sempre e dovunque
GABRIELE G. GR

La stessa dell'anno scorso, che tutto oramai ruota su altri perni primari, come i soldi e la pubblicità e, oltretutto, chiunque ci sia dietro la console e qualunque sia lo staff, conta ben poco, in termini di organizzazione e conduzione delle serate... Tutto a tavolino, programmato da prima della pubblicità, fino a un mese dopo la festa per sondare gli animi... Sembrano più elezioni politiche, che serate di divertimento in discoteche e discopub! Si salva (ma ancora per poco, mi sa...), l'ambito Latino-Americano, dove nonostante ci sia una GIGANTESCA dose di invidia da parte dell'uno e dell'altro, non ci sono, per adesso, quei manini strani e politicamente scorretti che vediamo già da tempo nell'ambito ClubHouse & Commerciale... Che devo dire... Gianni! Ma come cazzo si fa ad essere ottimisti?!?! Mah...! Fatemi sapere le vostre opinions... Alla prossima puntata!
EK DRAKO DJ FERRARA

Quello che vedo,ma sopratutto quello che......sento! mi fa capire che c'è
molta poca professionalita e altrettanta qualita artistica e musicale.
Tutto cio che dico pero è un tantino relativo poiche vivo in una citta
(Napoli)
che non ritengo sia una buona piazza x DJ un tantino pui selettivi e che
non ha una grande cultura del club! purtroppo è cosi, cmq penso che questa
cosa sia esistente in modo minore ma comunque presente anche in altre citta
d'italia......
S.Luigi


Ciao Djing.it
Vi mando il mio commento ...
Come han detto in tanti, parecchie volte, l'essere dj e poter esprimere la
propria personalità e far muovere la gente al ritmo della propria musica
è una delle cose più belle!
Un percorso lungo...duro e spietato ma che dà tante soddisfazioni a chi
"arriva"! Purtroppo,la questione più dolorosa oggigiorno è appunto arrivare!
Ma non arrivare,come molti pensano al top,arrivare più semplicemente ad
avere la propria serata almeno settimanale o mensile dove potersi esibire
ed esternare la propria creatività! La verità,è che ci sono una miriade di djs e non sufficienti strutture per
permettere loro di "suonare"!
E moltissime strutture preferiscono pagare quattro soldi ad un ragazzo che
si accontenta di suonare le solite hit,scaricate magari da internet,piuttosto
che investire e rischiare su chi osa oltre e vuole proporre qualcosa di diverso!
Il fenomeno del djing ha avuto un boom straordinario negli ultimi anni,complici
le innovazioni tecnologiche e la figura sempre più di primo piano che hanno raggiunto djs e produttori! Innovazioni tecnologiche grandiose come internet e l'mp3...i cd players
per dj,ricchi di funzioni e sempre più simili al turntable...le centinaia
di softwares per creare,modificare e mixare musica,reperibili oramai oltre
che nella rete, nelle innumerevoli riviste specializzate in pc e softwares!
Questi straordinari mezzi,hanno sì aiutato l'evoluzione naturale del djing,come
d'altro canto doveva avvenire ma,hanno permesso a una grande quantità di persone di "diventare dj" relativamente in poco tempo!
Veloce reperibilità di informazioni e musica a prezzo zero (internet) e grande scelta di strumentazioni a basso costo (innovazione tecnologica)!
Quello che un tempo si raggiungeva con fatica,dedizione e passione ora lo si raggiunge in poche settimane a discapito di professionalità....ricerca
musicale e sperimentazione!
Quanti aspiranti dj iniziano solo con il miraggio dei soldi,della fama ...delle
donne (ma dove??!) e non per una sana passione quasi morbosa verso la musica?...Lo
si vede anche nelle scelte musicali,tante fotocopie di playlist radiofoniche...ma, basta davvero mettere i top 20 per essere dj??!
Vi lascio con questi interrogativi!...

Ciao a tutti
Fabio Elle


Non ho una mia opinione sul mondo dei dj, eppure sono ormai una decina di anni che ne faccio parte.
Da quel poco che ho capito é un casino da cui é molto difficile emergere nonostante ci siano le capacità. Ciao Lino P.

Purtroppo per far parte di un team noto bisogna conoscere l'organizzatore e i vari dj, questo non succede nei vari paesi esteri.
Il mondo dei dj è un mondo molto affascinante a mia opiniome io non suonerei mai in un club Italiano ormai abituato a situazioni molto diverse con ritmi più complessi.
Dal mio punto di vista da quando suono a Londra con dj del calibrò di David Piccioni e altri o capito molte cose anche dal punto di vista musicale e nelle scelte da vari generi musicali House, Deep,elettro Dance.
Mi sono concentrato in questi ultimi mesi a comporre musica Dance di qualità senza usare Loop che sono molto stancanti nelle serate più interessanti e ho notato che la gente si diverte moltissimo con generi più spinti verso la Jazz e ritmiche cubane.
Per entrare in un circolo cosi chiuso bisogna essere molto fortunati e conoscere la gente giusta nel momento giusto.
Galliani

Una opinione sul mondo dei dj... è un argomento che può avere 100 punti... scontato dire che è il mondo ideale per tanti amanti della musica, ma quante sicurezze dà?? Inoltre è un mondo selettivo: se sei uomo va tutto bene, se sei donna ti guardano subito male. Eppure noi donne ci siamo emancipate: anni fa non si trovavano donne poliziotte, ora sì... il motocross, ad esempio, è sempre stato considerato uno sport maschile, mentre ora tante donne tentano di provare... e per il dj non può essere la stessa cosa? Dovrà pure esserci qualche donna che rompe il ghiaccio!!
A parte questo, che forse è un problema secondario, c’è da dire che se si lavora in una radio nazionale o in un locale all’avanguardia, si guadagna abbastanza, altrimenti solo per la gloria...
Ecco: questo mondo del dj è illusione, per chi non vive in grandi città. Se fosse un mestiere con la M maiuscola ti darebbe una marea di soddisfazioni, ma la tua sicurezza è stare chiuso in un ufficio: la società italiana impone che la musica non è altro che un misero passatempo che non dà alcun futuro. Questo non mi piace, ma purtroppo mi permetto di dire:quest’attività è un’illusione, una bolla di sapone lontana della serie “vedere e non toccare”. Non sarà così per tutti ovviamente...
Forse questo somiglia più ad uno sfogo, anziché ad un’opinione come mi è stato chiesto di esprimere, ma è mia abitudine non nascondere la testa sotto la sabbia.
Un saluto a tutti
Lucia


Ciao a tutti ragazzi, mi chiamo Claudio e ho quasi 19anni....io penso ke la figura del dj sarà sempre comq.un personaggio ke offrirà spettacolo e che comq.richiama l'attenzione di molte persone...basti pensare ke quando mi kiedono il mio hobby e io rispondo ke faccio il dj(anke se per ora solo feste private sigh!)tutti rimangono a bocca aperta e si lasciano scappare un...FIGO!L'unica cosa ke mi dispiace e ke sinceramente non mi va molto a genio in questo periodo,sono coloro ke accusano i ragazzi giovani e agli inizi(come me)di non rispettare la figura del dj(ti senti dire "il vero dj è quello kon il vinile e non con il cd player")Per quanto riguarda la nascita della figura del dj credo ke nessuna possa contraddire ke la figura
del dj è nata con il vinile...pero non vedo xke molti ci accusano di non
essere veri dj oppure di sciupare la figura del dj con i cd masterizzati(noi con i cd players!!)io credo ke tutti noi ragazzi giovani ke vogliamo fare i dj siamo andati a ballare nelle disco quando il dj suonava con il vinile,e
ci siamo innamorati del suo lavoro con i suoi strumenti ma adesso i tempi sono cambiati e anke se noi usiamo i cd players,comq.ci siamo innamorati di questa passione grazie al dj ke suonava in disco kon il vinile!Quindi xke offenderci accusandoci di non rispettare la figura del dj...noi dj con i cd ci rifacciamo comq.ai vecchi dj!Tutto cambia...c'è semplicemente ki lo accetta e ki no.E per quanto riguarda i cd masterizzati... credo ke purtroppo non ci si puo far molto!se uno dovesse comprare originale tutte le canzoni ke vorrebbe suonare(anke solo le hit)spenderebbe un casino di soldi(tra cd e attrezzatura)... e questo lavoro sarebbe limitato solo ai figli di Papà ke hanno tanti soldi da spendere!!E non venitemi a dire ke un dj non importa
ke abbi 2000canzoni ma basta ke compri le hit del momento!!!ma ke discorsi sono???!?!?non si puo limitare la fantasia di un dj nell'avere determinate canzoni(magari sconosciute)per colpa di un prezzo!!!!è ingiusto!!e poi se un dj non propone canzoni nuove o sconosciute...mi spiegate ki lo deve fare??
Claudio Sarti

volevo fare una considerazione sul fatto della remunerazione .
dalle mie parti, la figura del dj è vista come una piccola parte dello svolgimento della serata e per questo pagano poco i gestori delle discoteche;
quando lavoro però in altri locali,.. stabilimenti balneari,.... lì pagano bene. In fondo è il dj che manda avanti una serata, contornata certamente dall' indispensabile lavoro del direttore artistico e dei pr, ma chi poi tel a tira avanti è il dj!!!!! Non siete daccordo??
grazie. Luca C.


Ho 18 anni e ho intrapreso questa attività da circa 4 anni, più seriamente da due...
Quello che posso dire e che secondo me il mondo del dj stà cambiando radicalmente, con l'avvento di nuove tecnologie con internet (e questi benedetti mp3) prima o poi si assisterà ad una digitalizzazione completa
del Dj. Con questo cosa voglio dire, non penso che l'accoppiata dj + vinile scomparirà, ma forse solo quando questa figura la si troverà solo ed esclusivaemente in discoteca (perchè nelle feste private è quasi impossibile da trovare)allora sì che fare il dj si rivelerà essere un mestiere di lusso dove solo i patiti della disco sapranno cosè un vinile e lo avranno visto suonare... purtroppo secondo me andrà a finire così, vi faccio perchè
un ragazzino di quindici anni che vuole iniziare a suonare e si può scaricare musica con l'adsl pagata da mamma e papà ( e su internet si trova
tutto, ma proprio tutto ) scaricherà musica invece di andarla a comperare, e
acquisterà un paio di CDJ invece che un el paio di piatti... questa è la mia opinione vi potrà piacere oppure no, ma se non sbaglio questo è una specie di sondaggio!!!
bYeZ .:Mr. ARMY:.



Di non svendersi troppo a i dj bravi professionisti! mentre invece per i dj improvvisati di smetterla con 4 cd masterizzati del cazzo di lavorare solo con le hit che mette la radio e la tele per quattro lire!ma propporre anche le cose nuove e belle!capito dj cazzoni!!!!
dj Enzo

Quello che si può dire su questo lavoro è stato detto,più il bello che brutto,è stato detto.
Al giorno d'oggi e sempre piu difficile fare il dj la scelta e tanta ma spesso i nomi sono sempre quelli,molto bravi certo,ma molti bravi sono in
giro per l'Italia,che considero la patria dei dj piu bravi e professionali.
Troppe sono le cose che si potrebbero dire sul mondo del dj mi limito a dire che per quanto mi riguarda continuero a farlo con passione e impegno
fino a raggiungere grandi risultati come ora!!!
djfedecuzz


Vediamo un po.....un mondo di matti, un mondo di fratelli, un mondo di inchiappettatori.....forse si evolve troppo velocemente x essere fotografato o forse semplicemente NON si può fotografare.....personalmente direi che siamo noi che siamo un pò Peterpan e un pò venditori di sogni.
Simpaticamente, Fabian

Ciao io credo che il mondo del dj sia molto cambiato, questo dovuto al fatto che la tecnologia ha fatto passi da gigante, e ogni dj si è trovato in mano nuovi strumenti con i quali elaborare la musica. Credo che mai come oggi la differenza e la capacità di un dj si possa misurare non nella bravura
tecnica, ma nella propria FANTASIA CREATIVA, l'unica capacità di distinzione
e differenziazione. Credo che il dj sia finalmente un vero professionista artista.
Grazie Ciao Alex Bianchi.


Il mondo del dj è sempre in continua evoluzione...specie in questi ultimi anni, ha assunto un ruolo davvero importante, sia per il mondo dei "clubs ma
anche e soprattutto per le produzioni discografiche, non solo di stampo "dance... infatti diversi affermati artisti "pop di livello mondiale, ad es, si affidano ormai alle mani dei "guru delle consolle per far "remixare i loro pezzi... per questo il "cachet dei celebri djs è assai elevato, sia nel
caso delle proprie esibizioni-"set" nei locali che per i vari "remixes che
effettuano..... Tuttavia ritengo che ci sia ancora scarsa professionalità da
parte di molti djs che spesso "infangano o non permettono di emergere quelli
che veramente valgono: la medesima scarsa professionalità, però, è da
rilevare anche nei gestori di sale da ballo che spesso, poichè incompetenti,
si affidano a chi "costa di meno" o a chi è abile "nell'incantare" il
gestore stesso, creando danni non indifferenti alla discoteca in questione e abituando "male, musicalmente parlando, il proprio pubblico...lo stesso
errore lo fanno molti djs che lavorano nelle radio e che contribuiscono alla
"crisi discografica dando precedenza, nella loro programmazione, a prodotti
assai mediocri su altri invece di qualità, solo per questioni di "interesse personale o incapacità artistica.....Io spero però che alla lunga chi merita davvero emerga perchè la vera "qualità paga sempre, o quasi...............
Alberto Casella


Diventa sempre più difficile l'approccio verso un locale che possa lasciare spazio a generi musicali diversi. Sono di Roma e girando per i locali meno Cult della periferia mi sono accorto con piacere che le forme di musica prodotte da Dj sconosciuti sono di gran lunga migliori di quelle che siamo costretti a suonare di continuo. Sono un Dj Tecno-House e vi giuro che poter suonare e creare sonorità particolari è impossibile a meno chè non si tratti di Rave organizzati last minute o di centri sociali, il nodo è riuscire a togliere dalla scena musicale nomi ben noti alle facoltose case discografiche e pubblicare, pubblicizzare, rendere noto al pubblico che esiste un'altra faccia del mondo dei dj...la nostra!
DJA (roma)

ciao ragazzi e ben trovati al secondo appuntamento con DJING BLOG, il mondo del dj è ormai all'ordine di tutti i giorni e alla portata di tutti (è anche vero che prima eravamo in molti di più e per diversi motivi molti si sono persi x strada), dopo aver aquistato il materiale che serve (impianto ecc..) bisogna stare al passo con tutte le uscite discografiche legate al proprio genere musicale, devi entrare nel circuito discografico e fare uscire regolarmente tuoi mix legati ad una etichetta possibilmente che abbia già credibilità sul mercato, bisogna curare la propria immagine, fare costantemente pubbliche relazioni con gli adetti al lavoro e sè possibile con giornali e radio, insomma ci sono tante belle cose da fare, bisogna saper rinunciare ad altre, bisogna avere tanta costanza anche sè al mondo di oggi c'è tanta gente invidiosa pronta a metterti i bastoni tra le ruote, cmq il mio consiglio è: mai mollare!!! Penso che come in tutte le cose poi ci sia il rovescio della medaglia, è cmq un mestiere o un hobby meraviglioso!!!! Quindi vi consiglio se è nelle vostre possibilità di intrapprendere questa professione piena di soddisfazioni !!!!
Ginger

Il mondo dei dj, un pò come la professione stessa, è strano e decisamente variopinto, innanzitutto la stessa dicitura dj non è ben chiara a tutti neanche a coloro che si considerano addetti ai lavori. Sempre più spesso queste due lettere messe prima di un nom, indicano vari ruoli nel settore dell'intrattenimento musicale, dallo speaker al music selector.
Per quanto riguarda coloro che invece con i dischi ci giocano sul serio, ovvero non si limitano a creare una sequenza musicale con il minor spazio possibile tra un brano e l'altro, anche loro sono da sempre in una giungla non poco fitta. Questa figura infatti non è affatto qualificata, nessuno sa veramente tutto su questo mondo nonostante suoni da anni in locali e localini di ogni tipo.
Servirebbe una preparazione sia musicale che tecnica per qualificare e quindi selezionare questi operatori.
Questa situazione alimenta anche il vasto mondo degli pseudo corsi per dj che speculano a manetta sui sogni dei numerosi appassionati di musica con la mania per il mix.
I proprietari e i gestori dei locali non la fanno neanche franca, spesso infatti assumono personale per la loro simpatia o per le amicizie che hanno in comune, questo si traduce in un indecenza artistica nel segmento medio- medio basso dei locali. Personalmente conosco moltissima gente veramente capace che non ha mai avuto la possibilità di esprimere le sue doti in contesti adatti, nonostante gli svariati demo inviati ai più svariati locali, questo si traduce purtroppo nella mancanza di introiti a favore degli sfortunati sconosciuti che non hanno neanche la possibilità ne di potenziare i loro mezzi ne tantomeno di poter arrivare a vivere di musica. In generale direi che la situazione è parecchio triste in merito, e non si nota nessun accenno a migliorare. La soluzione per chi vuole continuare a mantenere una passione spesso troppo costosa come quella del dj è limitarsi a renderla tale, quindi un'alternativa ad un lavoro che comunque ti offre garanzie economiche.
Con la speranza che le cose migliorino...
vi porgo i miei saluti
Claudio C.


Salve gente! Il mondo dei dj..che tema delicato! Posso dire che è cambiato molto; ormai con l'avanzare della tecnologia e con la maggiore abbordabilità dei prezzi, tanti si sono dedicati al mestiere di chi gira i dischi. Purtroppo con l'avvento di certe apparecchiature, per mio dispiacere e di tanti altri, il nostro mestiere è diventato un vero massacro. Il danno va ai produttori: i ragazzi oggi scaricano da internet e hanno lavoro facile non dovendo acquistare più vinile. Per loro il guadagno è del 100%, la perdita di chi fa i brani del 100% su ogni traccia copiata. Oggi tantissimi giovani fanno i Dj ma nessuno ha più una vera e propria cultura musicale... basti pensare che mi vanno a confondere un disco di Prezioso per roba Techno o Hardstyle. Ma devo dire che il tutto ha pure i suoi lati positivi. Chi davvero ha la testa per andare avanti si trova avvantaggiato, internet offre valido aiuto per chi vuole intraprendere questo lavoro, i programmi per imparare a mixare facilitano tutto e chi ha in mente di produrre lo può fare acquistando pochi essenziali software. Con quel che c'è oggi in giro si potrebbe diventare una star dall'oggi al domani, e senza spendere troppi soldi. Ma una cosa deve contraddistinguere sempre un vero dj: l'umiltà e l'altruismo. E ne sono sempre più convinto che si va avanti solo in questo modo...accoglietelo come un consiglio ;-)
Daniel Decay

LA MIA OPINIONE SUL MONDO DEI DJ è ABBASTANZA INTERMEDIA. PERSONALMENTE LA MUSICA HA SEMPRE FATTO PARTE DI ME E DELLA MIA VITA INFATTI UNO DEI MIEI SOGNI E’ DI POTER LAVORARE IN UN AMBIENTE MUSICALE..IL PROBLEMA SORGE PROPRIO A QUESTO PUNTO, PER POTER ENTRARE A CONTATTO CON QUESTA REALTA’ PURTROPPO BISOGNA ESSERE RACCOMANDATI OLTRE AD ESSERE COLTI MUSICALMENTE. PER QUANTO RIGUARDA INVECE I DJ IN VOGA ULTIMAMENTE MI SEMBRANO TUTTI MOLTO
APPASSIONATI NEL LORO LAVORO E OTTIMI ESEMPI PER I GIOVANI D'OGGI,.OLTRE AL MIO PARERE PERSONALE SU QUESTO ARGOMENTO. NADIA

Un bell'esame di coscienza e ogni tanto mettersi davanti allo specchio con una
domanda in testa: io non sono proprio un cazzo di nessuno, sara' arrivato il
momento di imparare qualcosa?
ecco i dj cosa dovrebbero fare secondo me!
myke

Spett.le Redazione ,
Sono nel settore artistico da oltre 18 anni e posso affermare che "ne ho viste di cotte e di crude" . Il dj in se, visto come una professione, e' una delle più esaltanti ed remunerative tra quelle presenti. Non tollero e mi da abbastanza fastidio che ci siano persone che lavorino in locali di fama nazionale non per loro effettive capacita' , ma invece tramite conoscenze varie altolocate .Questo e'
una pecca che ho riscontrato di frequente nel Triveneto. Inoltre, con l'avvento in massa di Internet e gli Mp3, tanti ragazzi si stanno improvvisando artisti, proponendosi a locali a cache stracciati, a scapito di veri artisti che investono in materiale originale e pagano tanto di tasse a fine anno !!Non so quanto sia rilevante la mia opinione, ma ho pensato di fornirvela. Grazie per l'opportunità.Buon lavoro. dj bunny

Il mondo del dj, può essere anche un mondo magico, l'importante è che chi opera sia dentro la musica, ami questo lavoro, ma sopratutto ami la musica.
Il vero dj, dovrebbe capire i gusti dei clienti a cui sottopone la sua opera, e di conseguenza, adoperarsi per far si che tutto sia amalgamato in un connubio quasi perfetto. Poi in momenti i relax, si offre la novità, o meglio la propria interpretazione, per capire i gusti del popolo dei divertimenti che abbiamo di fronte. Il grande dj, dopo può imporre ciò che vuole, o creare un suo stile personale, e avere un vero seguito di fans, come fosse un vero interprete, un grande artista, perchè in fondo lo è.
Saluti e buon lavoro da chi ama la buona musica AGOSTINO

-----------------------------------------------


I BLOG DAL SONDAGGIO - PROFESSIONE DJ.

Affascinante difficile farne a meno.
Simodj (Genova)

Il più bel lavoro del mondo, peccato che l'ambiente sia molto difficile e per un dj non affermato a livello nazionale e difficile portarlo avanti senza le conoscenze giuste nonostante possa essere veramente bravo. Miky B. (Vicenza)

Molto amati dal pubblico ma molto snobbati da musicisti
Dj devil (CS)

Certi sono proprio bravi, altri sono stati solo fortunati o "cosa".
Fabio S. (Londra)

Far divertire e divertirsi allo stesso tempo!
Marilena R. (BN)

... occhio siamo in via di estinzione!
Alex (Milano)

…un mondo strano ma in Italia è stato un po’ rovinato.
Igor (Innsbruck)

E' un mondo apparentemente bellissimo e dinamico, dietro al quale però purtroppo si nascondono molti, troppi interessi primari che molte volte vengono prima del bisogno primario: la musica. Girano troppi soldi, ormai le serate sono costruite a tavolino e non più dallo staff e dai dj. Trovare spazio è difficile, e tenersi un posto di lavoro è un miracolo. Mi piacerebbe sentire un dj che lavora per più di un anno sempre nello stesso posto... Ma è così e andrà sempre peggio. E si va avanti...
El Drako dj (Ferrara)

… bisogna avere fortuna e conoscere le amicizie giuste per poterci entrare:-(...:-)
Dj Mar(Bari)

Stando in discoteca e girandole mi sono posto una domanda: ma secondo voi oltre alla musica bisogna avere un buon puscher per sfondare se è cosi preferisco starmene a casa e suonare per i miei genitori, non credete???
Lucio T. (AQ)

Mi sento un po' distaccato, ritengo a me più vicino quello dei musicisti, senza presunzione, sono molto più competenti e artisticamente più nobili.
Auredj (AT)

A volte i gestori dei locali per risparmiare qualche soldo si affidano a incompetenti e poi piangono osservando le conseguenze. A volte i gestori dei locali per risparmiare qualche soldo si affidano a incompetenti e poi piangono osservando le conseguenze.
Phil D. (Verona)

Bello ma duro al sud.
Giacomo M. (Bari)

E' molto difficile trovare lavoro e una volta trovato si guadagna poco, specialmente qua al sud.
Luca T. (LE)

Il clubbing é il modo di esprimersi piú particolare al mondo, bisogna sentire dentro le vibrazioni, la musica, il battito
Daniel H. (CR)

Un mondo stupendo che ti fa vedere oltre i pensieri della gente, regalando emozioni e divertimento
Louis enjoy dj (Ce)

Quando non è conosciuta viene sottovalutata, ma quando la s’incomincia a frequentare non ne puoi fare senza..
DJ Okay (NA)

Tanti bravi dj che suonano bella musica in ombra oscurati spesso da tanti furbacchiotti cui interessa altro + che la musica...
Steven B. (gb London)

Se non ci fossero i PR sarebbe meglio, xkè rovinano molto i Dj!
Personalmente ho sempre problemi xkè purtroppo almeno a Napoli se non porti "gente" nei locali, non ti fanno suonare!Comunque x quanto riguarda i Dj...posso dire ke è una passione che comporta molti problemi...ma alla fine si è appagati con le soddisfazioni + ke altro!
Salvatore P.(CE)

Affascinante-Competitivo/Inflazionato
Max Carli (MI)

Vorrei che i dj del sud fossero presi più in considerazione!!!
Augusto dj (CS)

E’ una bella cosa ma dalle mie parti si lavora poco!
Zorlak (Brindisi)

Tanti si definiscono star, ma l'umiltà è il pane. Inoltre la musica è troppo cara, e noi ne siamo le vittime principali.
Ciaky (TO)

C'é troppa gente che non ne capisce un cazzo
Lino P. (AQ)

A confronto con quello che guadagna, il dj emergente spende troppo!!! SAREBBE MEGLIO ABBASSARE I PREZZI DEI DISCHI!!!!!!!!!!!!!!
Sasha d.j. (LI)

E’ UN MONDO PIENO DI COMPETIZIONE INVIDIA E DIFFICOLTA ANCHE SE ESISTONO TANTI COLLEGHI CHE SONO VERI AMICI.
MORPHEUS DJ (FG)

NON C'E NIENTE DI PIU' BELLO. E' UN EMOZIONE CHE NON SI PUO' RACCONTARE.
DIGITALMAKER (TO)

Il dj è un mestiere che deve essere svolto con precisione è attenzione è soprattutto con tanta passione e tanta voglia di rendere felici il pubblico ci sono dj che hanno avuto fortuna e sembra che non riescono a far vedere quanto veramente valgano, specie se sono importantissimi.
EnzoTdj (NA)

La maggioranza di essi non conosce l'umilta'!
Terry (MI)

IL DJ DEVE TORNARE A MIXARE E A "GIOCARE" CON I DISCHI COME UNA VOLTA PROPONENDO DELLE ANTEPRIME O PEZZI PARTICOLARI E NON LA SOLITA CLASSIFICA DI CANZONI, SENTITE E RISENTITE PER RADIO.
Frank dj (Vigevano)

Dovrebbero andarsene quelli ke dicono ke sanno suonare e poi sono la cacca della cacca.
dj Laurenz (CE)

E’ dura vivere facendo solo il dj, troppi che si svendono e prendono il posto a chi lo vorrebbe fare di professione
DJ Max (CN)

Siamo in troppi e troppi sono incompetenti I titolari dei bar e clubs se ne fregano, spesso, della qualità e ripiegano la loro scelta sull'architetto o l'operaio che di sera mettono un pò di musica per divertimento e a 50 euro(se non gratis) tagliando praticamente fuori noi professionisti.
Ci ritroviamo a lavorare meno e spesso a meno!
Poi con l'avvento dell'MP3 e dello shareware dei files in rete....alè....sono diventati tutti dj.
Allora, bisognerebbe controllare meglio i dj abusivi (90%) nei locali, tutti devono avere un codice enpals e d un regolare contratto ma sopratutto...devono suonare con i vinili o cd originali!!!
J.Paul F.(MI)

FANTASTICO - Se non ci fosse la mia vita non sarebbe la stessa. Personalmente, grazie a questa professione, mi esprimo completamente!
Dj Cheghe (BG)

Bella professione... da non prendere troppo sul serio...
DJ Pigi (TP)

Credo ke oramai il giradiski e' usato solo kome strumento musikale, dato ke x mixare oramai si usano i maledetti cdj!arghh!!xo' il giradiski ha il suo fascino!!!e poi su vinile il suono e'+caldo e c stan diski veramente introvabili!!!x il resto kmq io la pensero' sempre da giradiskista!!!!
Antonio A. (CZ)

Anche questo settore purtroppo sta diventando un porto di mare...Troppi cialtroni e canta storie!! Rispettiamo la passione e cerchiamo di essere più umili e rispettare chi fà questo lavoro da anni e con il suo frutto ci vive...!!!!
Luca S.(Roma)

Penso che siano pochi i dj bravi,purtroppo cio' che porta gente nei locali sono altri fattori tipo la moda, le organizzazioni...a volte sento musica pessima in locali pieni.la gente si lamenta ma torna per fare "vetrina"
Fabio Z. (TO)

Sono tutti vecchi come il cucco.....
Cristiano C. (RO)

Sta andando a rotoli
Maurice (BA)

Una giungla, troppo spesso nn capiamo che facendoci la guerra avvantaggiamo i proprietari dei locali che si sentono in diritto di considerarci meno di un addetto al parcheggio
Andrea G. (Roma)

Molto difficile visto che nè appartengo comunque frenesia nel voler essere sempre sopra l'altro nei termini della popolarità.
Simon B.J (Pisa)

Sicuramente ottima, questa è la mia vita.
Salvo (SR)

Molti DJ italiani al giorno d'oggi seguono le tendenze musicali della massa e non mantengono la loro originalità.
Il DJ bravo rimane fedele al suo gusto musicale e valuta le nuove tendenze ma abbraccia solo quelle che più si avvicinano al suo gusto musicale, in modo da crearsi un’immagine riconoscibile per la sua coerenza musicale.
Flavio C. (RN)

Bellissimo ma come in ogni lavoro con grosse cifre che girano, devi stare molto attento anche a persone apparentemente amiche che vogliono farti le scarpe o cmq metterti i bastoni tra le ruote
Alex C. (TA)

E' qualcosa di meraviglioso se non lo provi, non puoi capire.
Greensnake (BO)

Apprezzo il lavoro e l'impegno di chi fa della propria passione una professione.
DJ NB (BO)

15% professionisti. Il resto un branco di deficenti
Marco C. (MI)

Molti sono troppo boriosi e convinti, altri non si sanno vendere bene, alcuni sono bravi e non emergono, molti non lo sono eppure vengono fuori bene...
T. V. (Torino)

Dopo 7 anni che lo faccio a tempo perso e' diventato difficilissimo.
Davide S. (BL)

Una volta era una professione x pochi veramente appassionati del proprio lavoro.Adesso e diventata una moda,quindi la professionalità nelle nuove leve sta completamente scomparendo.
Max Martin (TO)

I deejay seguono troppo, forse per interesse diretto, la musica spazzatura che c'è ora in commercio che rimane priva di idee e ripropone sempre le stesse cose. il mercato è drogato in quanto non c'è più quella sorta di selezione naturale operata dai dj, tesa a premiare la bella, estrosa, emozionante buona musica e a seppellire per sempre la mancanza di idee. Se il dj non smette di fare il musicista taglia e cuci e non si riappropria del suo ruolo di selezionatore musicale, le discoteche sono destinate all’inesorabile declino. inoltre il dj si prende troppo sul serio e fa da traino per migliaia di ragazzi che si illudono di poter campare così ma il vivere di questo "passatempo" è per pochi eletti e fortunati, i ragazzi non sono maturi abbastanza da capirlo intenti come sono ad inseguire un sogno e spendono così la loro paghetta settimanale, alimentando l'uscita di nuova disco-spazzatura. ditegli la verità!
G.U. (CA)

Un bell'ambiente in cui però,troppo spesso, la collaborazione viene sostituita dall'agonismo.
Dj Michael (CT)

TROPPI RAGAZZINI INIZIANO QUESTA PROFESSIONE PENSANDO CHE BASTI SOLO METTERE UN DISCO DOPO L'ALTRO SENZA NEANCHE CONOSCERE IL SIGNIFICATO DELLA PAROLA B.P.M.
SERGIO SOUND (CZ)

Bello.ma non bisogna avere mai questioni con qualcuno.
Dj Paolo M. (Giarre)

Il discjockey é un’importante persona. Esprime con la sua musica tutta la sua energia attraverso la gente che balla.poi guanto la gente esulta e balla con la sua scelta musicale,per un DJ come mé é il massimo della soddisfazione.
speedy jay (BZ)

Per fortuna stanno finendo i personaggi, e ritornano i disc jockey che suonano, più che fare i figoni.
Francesco Z. (TV)

E’ duro! se non sei il migliore e conosci gente importante non hai possibilita' di farcela!
Dj Spark (BZ)

Il mondo del dj ormai è cambiato,si è evoluto con nuove tecnologie tipo i cdj 100 e i 1000 aiutano molto i dj.io ricordo che negli anni 90 tutto era diverso , si notava la differenza tra un dj bravo e non ,da quando ci sono queste attrezzature i dj sembrano tutti bravi ,la gente va in disco per trovare ragazze o fare uso di droghe perchè non sanno come divertirsi dato che nella maggior parte delle discoteche i dj non usano più mixaggi ma passaggi brevi . prima invece la gente andava in disco perchè il dj si esibiva è mostrava spettacolo dava un espressione ad una serata , allora la gente rimaneva stupita perchè pensava che il dj era un mago dei dischi, appena ascoltavano un disco particolare con effetti guardavano tutti verso la consolle sbalorditi. la tecnologia aiuta è distrugge il dj nello stesso tempo .
Vincenzo T. (NA)

Come un quadro di Kandinskij: astratto.
Alberto C. (VR)

Purtroppo dopo tanti anni sono tornato a suonare e ho ritrovato tutto come lo avevo lasciato.il mondo della notte e' bello affascinante da fuori, da dentro......e' un pò diverso.
Leonardo F. (VE)

Il mondo del deejay ruota molto di piu' intorno alle produzioni che alla notorietà del nome.. Ci sono TROPPE persone che si credono deejay solo perche' mettono "a tempo" i dischi.. Il vero deejay mette "Buona musica"..
FRANKIE JAY (SP)

Che siamo in tanti e le discoteche sono poche.
roberto taglia dj (TV)

CI SONO TANTI DEFICENTI CHE FANNO SOLDI CHE STAREBBERO MEGLIO A ZAPPARE!!!!!!!!
KOZZA DJ DADO (IM)

In toscana i "piccoli" dj sono invidiosi e se la tirano, si sparano le pose come si dice a napoli!
Blacky Sannito (PO)

E’ una tribù ke balla mai nessun ci fermerà
Gerolamo S. (TV)

La maggior parte sembrano prime donne ad una sfilata!! Solo alcuni hanno mantenuto l'umiltà...caratteristica indispensabile per diventare grandi dj!!
Antonio R. (VE)

Ci vorebbe piu gente tecnica dietro le consolle
Fede Cuzz (VE)

Non copiate!!!!!!!! dobbiamo essere originali!!!!!!!!!
R.G. Stefano (LE)

versione stampabile

[ archivio editoriali ]
 
 
 
 
© 2002 DJing - All Rights Reserved